Scansioni 3D

Quale ne è la base scientifica?

 

    Numerose sperimentazioni hanno dimostrato come il nostro Test di Biorisonanza Vibrazionale © possa anche essere effettuato senza la presenza fisica del soggetto su cui indagare, impiegando un suo  “campione”, che ne rispecchi fedelmente lo specifico pattern bioenergetico.

   Abbiamo sperimentato con successo l’uso di “sostituti a risonanza genetica”, come ad esempio alcuni capelli (Trikho Test ©), o a risonanza indiretta, come ad esempio immagini fotografiche (Aura Test ©), ma anche impiegando impronte digitali, lo schema frequenziale del timbro della voce, la propria grafia, l’uso dei propri dati storico-genealogici.

  Attraverso una metodica di analisi biofisica (BEHR - Bio Energetic Holistic Research, nostro esclusivo know-how) e grazie all’impiego di una serie di segnali bioenergetici comparativi (fiale test, registrazioni in digitale d’impulsi elettromagnetici emessi da sostanze in diluizione omeopatica o da matrici algoritmiche ad “onda di forma”) si stimola uno specifico fenomeno di risonanza (“collegamento strutturale olografico”) tra soggetto da testare, il suo campione biologico o il suo “testimone virtuale” e il tester.

   In pratica, la misura viene effettuata ponendo contemporaneamente in un circuito il “sostituto bioenergetico” e ciascuna frequenza di riferimento.

​  L’analisi delle interferenze riscontrate offrirà tre livelli di lettura: normale reattività, ipo-reattività (dissonanza con deficit energetico), iper-reattività (risonanza benefica).

   Integrando il Test con le altre informazioni raccolte, esso diventa, quindi, una forma di ricerca olistica e dinamica dello stato bioenergetico di un soggetto a vari livelli: organico-cellulare, metabolico, nutrizionale, comportamentale e psico-emozionale. 

​   Aiuta a individuare gli squilibri innescati da alimenti o da altre sostanze non bio-compatibili, ma anche da abitudini di vita, paure, emozioni negative, ecc.

   Pur senza vantare alcuna prerogativa strettamente diagnostico-clinica, non essendo un esame diagnostico convalidato e riconosciuto scientificamente, e per tale non è detto che sia riproducibile, permette di individuare facilmente in quale settore conviene indirizzare prima l’attenzione, per migliorare il proprio benessere psico-fisico a livello bioenergetico.