MANCANZA DI ENERGIA E VITALITA'

La stanchezza, detta anche spossatezza, si può descrivere quale mancanza di forze, calo di energia circoscritto, frequente, duraturo.

A seconda se la stanchezza sia transitoria o persistente, muteranno i rimedi per contrastarla. Indagare la causa alla base rimane comunque la precondizione per un trattamento ottimale. Quando sono stress ed ansia l’origine della stanchezza, si trarrà beneficio da cambiamenti che migliorino lo stile di vita, rallentando ad esempio i ritmi, curando l’alimentazione, idratandosi adeguatamente, rinunciando a  fumo e alcolici.

La stanchezza è un disturbo che va approcciato in modo globale, considerando soprattutto l’aspetto psicosomatico.

L’alimentazione può dare un grosso contributo. E’ importante che gli alimenti utilizzati abbiano il massimo potere nutrizionale e che siano quindi vivi, freschi e biologici. Andranno esclusi quindi tutti i cibi confezionati, quelli ricchi di zucchero raffinato o dolcificanti sintetici, e cibo di serra per escludere la presenza di additivi alimentari, solventi e pesticidi che potrebbero peggiorare la capacità di detossificazione dell’organismo.

L’alimentazione dovrà essere quanto più possibile vicina alla dieta mediterranea, ricca di cereali integrali, legumi, pesce di piccola taglia, semi oleosi, olio extravergine di oliva, verdura e frutta di stagione di produzione biologica. Un’alimentazione con cibi ricchi di magnesio contribuisce a migliorare i sintomi della stanchezza: piselli, verdure verdi, mandorle, arachidi e cacao.

Sarà importante bilanciare la glicemia durante la giornata per evitare che episodi di ipoglicemia possano causare o peggiorare la sensazione di stanchezza.

Indispensabile la funzionalità del fegato: quando diminuisce la sua capacità detossificante ne risente tutto l’organismo e potrebbe verificarsi un peggioramento dei sintomi con spossatezza e stanchezza diffuse.

Importante anche una buona flora batterica intestinale: in caso di disbiosi infatti (alterazione della flora batterica intestinale) si ha un’aumentata permeabilità intestinale in cui c’è un anomalo passaggio di tossine nel resto dell’organismo.

Questo fenomeno può essere causato da cattiva alimentazione e intolleranze alimentari e riequilibrando l’ambiente intestinale si hanno miglioramenti anche a carico del sistema nervoso e di quello immunitario.

 

Per ritrovare una adeguata carica energetica può essere utile una saggia integrazione alimentare.

 

A tal proposito, una delle più valide e recenti soluzioni che ho individuato per correggerla naturalmente è rappresentata da due rimedi di ultima generazione, due Nutrigenetici da assumere assieme, nello stesso bicchiere!

La loro produzione avviene in officine italiane, con materie prime certificate e di ottima qualità. Sia i fitoestratti che le piante officinali utilizzate nella produzione degli integratori vengono coltivate biologicamente in filiera certificata ISO 22000 all’interno del Parco Nazionale del Pollino.

Prendine visione e se ritieni possano fare anche al tuo caso acquistali senza timore!

A cura di Antonio Bufalo (naturopata)

https://www.dna-solutions.it/benessere-quotidiano/34-68-start-drink.html#/37-gusto-agrumi

https://www.dna-solutions.it/benessere-quotidiano/38-aloe-gel.html

Nota bene

Prima di ricorrere all'uso di rimedi naturali ed integratori è sempre bene chiedere il parere preventivo del proprio medico, a maggior ragione se si soffre di patologie, se ci si trova in particolari condizioni (ad esempio, gravidanza o allattamento al seno) e/o se si stanno seguendo terapie farmacologiche. Questo perché anche i prodotti naturali possono interferire con l'azione di farmaci e medicinali, possono causare effetti indesiderati e possono presentare controindicazioni all'uso.

 Giovane donna contemplando