LA SALUTE DEL FEGATO


l Fegato è l’organo più importante di tutto il corpo umano. Aiutarlo a svolgere i suoi innumerevoli compiti si riflette positivamente sulla salute di tutto l’organismo.

Il fegato produce la bile che rende possibile l’assorbimento dei grassi da parte dell’intestino. E’ responsabile della formazione del glucosio indispensbile per nutrire le cellule. Ma anche della formazione del colesterolo, dei trigliceridi e serve come magazzino per la vitamina B12, il ferro e il rame.

Le abitudini che mantengono il fegato sano

Chi soffre di fegato deve mangiare in bianco. Questo è stato l’imperativo ripetuto per anni da molti medici. In realtà, chi soffre di fegato può mangiare di tutto. Basta evitare soltanto pochi alimenti veramente controindicati, come i fritti e gli alcolici.

- La raccomandazione principale è mangiare con regolarità. Possibilmente in pasti piccoli suddivisi nella giornata. Bisogna evitare quindi di digiunare per molte ore durante il giorno e rimpinzarsi la sera cena.

- Da chiarire una volta per tutte è poi il problema delle uova. Le uova non fanno male al fegato, ma piuttosto a chi soffre di calcoli alla colecisti (cistifellea). Questo perchè l’uovo fa contrarre la cistifellea acuendo i disturbi.

Al fegato, invece, le uova fanno solo bene, in quanto contengono sostanze utili per il buon funzionamento delle cellule epatiche, come la metonina e la colina, due amminoacidi.

Quindi alla coque o bollite possono essere tranquillamente consumate da due a quattro alla settimana. Sono da evitare invece le uova fritte. Questo poiché i grassi della frittura sovraccaricano il lavoro del fegato.

- Non dimentichiamo infine che l’alcol in dosi eccessive è il principale imputato delle malattie epatiche. La gran parte dell’alcol assorbito arriva infatti al fegato e la sua trasformazione ha luogo principalmente in quest’organo così importante.

Inoltre l’alto contenuto di calorie dell’alcol non comporta soltanto lesioni a questo organo, ma lo induce ad accumulare le calorie in eccesso sotto forma di grassi.

- Tutte queste precauzioni andrebbero raddoppiate quando si tratta di donne: sono proprie loro, infatti, ad avere una minore quantità dell’enzima che trasforma l’alcol in zuccheri, detto alcodeidrogenasi, col risultato di mantenere l’alcol più a lungo in circolo nell’organismo. È anche questo il motivo per cui, a parità di dosi, una donna riesce a reggere meno l’alcol di un uomo.

Quali sono gli alimenti che lo aiutano

I cibi che aiutano più di ogni altro il buon funzionamento del fegato sono i carboidrati. Consigliati quindi pane, pasta, riso, zucchero, miele. Questi alimenti concorrono alla formazione del glicogeno epatico, sostanza che favorisce le importanti funzioni di questo organo.

Il fegato, comunque, ha bisogno di tutte le sostanze presenti negli alimenti per riuscire a lavorare in modo efficace.

Un’alimentazione corretta e soprattutto molto variata permette anche di risolvere tutti i lievi disturbi che ogni tanto possono presentarsi. Ad esempio un senso di svogliatezza e apatia. O ancora la bocca amara e la sonnolenza subito dopo i pasti.

Ecco le piante che aiutano a mantenerlo in salute

Il fegato è l’organo più importante nella protezione contro le sostanze tossiche che possiamo ingerire con un’alimentazione sbagliata. Ecco alcuni rimedi per potenziare la sua attività.

Curcuma. Il rizoma di questa pianta contiene un pigmento di colore giallo che è particolarmente benefico nei confronti del fegato. Ha poteri coleretici che migliorano la sua naturale attività di depurazione.

Il cardo mariano. Si tratta di una pianta che protegge il fegato e migliora la sua funzione depurativa e quella digestiva. Il suo uso è raccomandato in due casi specifici. Qualora sia necessario proteggere l’integrità e sostenere l’attività dell’organo epatico. (Roberta Casucci)

Come adoperarsi, allora, per una corretta salvaguardia del proprio fegato?

Intanto scoprendo come sta!

Te lo rivela il nostro Test Online Gratuito, eseguibile cliccando su https://www.salutesolidale.org/test-online-fegato

Buona Vita!

Antonio Bufalo

P.S.

… E non dimenticare ti prendere visione di tutti gli altri contenuti e servizi gratuiti offerti dalla nostra associazione di promozione sociale della salute! Basta cliccare su: https://www.salutesolidale.org/

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti