TOSSINE E MALATTIE


TOSSINE E MALATTIE

Si chiamano "tossine" i rifiuti che si accumulano nell'organismo. Vi sono tossine interne (alimentazione eccessiva o sbagliata, cellule morte o degradate, veleni dovuti al muco intestinale, residui di medicinali, depositi di minerali tossici, ecc.) ed esterne (fumo, aria od acqua inquinata, ecc.).

Le tossine possono accumularsi nell'organismo perché gli organi escretori (reni, pelle e polmoni), non sono riusciti ad eliminarle. Perché? Generalmente perché gli organi escretori non hanno sufficiente energie per un buon funzionamento.

L'avvelenamento organico o tossiemia (1)

L'accumulo di tossine di natura endogena (interna) ed esogena (esterna) nell'organismo determina un fattore predisponendo per l'insorgere di malattie e spesso costituisce di per sé stessa in primo sintomo di una patologia incombente. Si è riscontrato che, liberando il paziente dalle tossine endogene, diminuiscono i disturbi nella maggior parte dei casi trattati.

Quando le cellule sono in pieno vigore e attività, la loro funzione di nutrizione e di eliminazione si svolge armoniosamente, ma non appena la loro energia e vitalità si affievolisce, i processi di escrezione ed eliminazione non possono avvenire nel modo dovuto e nei tessuti cominciano ad accumularsi i rifiuti organici solitamente definiti come "tossine". È proprio questo avvelenamento autogeno o autogenerato che viene chiamato "tossiemia". Va precisato tale accumulo persiste finché, con la rimozione delle cause, non viene ripristinata la giusta quantità di energia vitale.

Alcuni naturalisti considerano l'avvelenamento causato dalle putrefazione e fermentazione degli alimenti nell'intestino come prima causa di tossiemia. Questa idea potrebbe non essere corretta perché questa categoria di veleni possono avvelenare soltanto se vengono assorbiti e lo possono essere solo se l'energia vitale disponibile per le funzioni di escrezione ed eliminazione "non è sufficiente".

Il corpo, non tollerando le tossine, cercherà di eliminarle con un processo di pulizia; questo lavoro farà apparire ciò che viene chiamato "disfunzione o malattia". Purtroppo, se non si pone rimedio al continuo accumulo di tossine, le crisi periodiche di pulizia diventeranno più frequenti e nell'organismo si creeranno i presupposti per una malattia acuta prima e cronica poi.

Quando queste crisi organiche durano solo pochi giorni vengono definite "malattie acute", se invece perdurano nel tempo vengono chiamate "malattie croniche".

Partendo da questi presupposti moltissime malattie possono essere esaminate e comprese nella loro eziologia o causa profonda.

La linfa, liquido vitale

Tutti sanno che i vegetali si alimentano tramite la linfa che porta in tutta la loro struttura ciò che è stato estratto dalla terra. Pochi, invece, conoscono che anche all'interno del corpo umano vi sono ben dodici litri di linfa in continuo, seppur lento, movimento. La linfa, biancastra e lattiginosa, contiene acqua, sali minerali e proteine, in un certo senso potrebbe essere paragonata al mare dove vivono le creature marine; nella linfa, infatti, vivono, muoiono e si riproducono la maggior parte delle cellule del corpo umano.

Mentre la funzione del sangue consiste nel nutrire le cellule e asportare le tossine che hanno creato, la linfa, si muove raccogliendo in tutto l'organismo i liquidi in eccesso, i prodotti di scarto, i batteri uccisi e le cellule morte. Nel suo lungo percorso attraversa alcune ghiandole, dette "linfonodi" dove i rifiuti organici vengono finemente triturati.

La linfa, sempre più pulita, prosegue il suo viaggio e, superati tutte i linfonodi si riversa nel sangue che, come abbiamo visto, verrà purificato dai reni e dai polmoni. Se i reni funzionano bene le tossine passeranno nell'urina mentre le sostanze utili (ad esempio i sali minerali) verranno lasciati nel sangue.

Va notato che il movimento della linfa dipende esclusivamente da vari muscoli e principalmente da quelli delle gambe; questi, contraendosi e dilatandosi, creano delle pressioni forzano la linfa a riversarsi nel sangue nelle vicinanze del cuore. A rimpiazzare la linfa che si è riversata nel sangue provvede la stessa circolazione sanguigna, lasciando filtrare fuori dalle vene e dalle arterie, la quantità d'acqua sufficiente per riequilibrare la situazione.

Una linfa che circola male (per il poco movimento), oppure troppo intossicata a causa di cibi non adatti o male abbinati tra loro, può creare seri problemi, ad esempio vene varicose o gonfiori ai piedi ed alle gambe. Alcune persone sono "corpulente" non perché sono grasse ma per una ritenzione dei liquidi, con i quali il corpo cerca di diluire le tossine presenti nella linfa per evitare che l'ambiente dove vivono le cellule diventi troppo intossicato e pericoloso.

Le tossine e le malattie (1)

Qualsiasi malattia venga esaminata, si può provare che la sua causa scatenante è la tossiemia. In definitiva possiamo considerare le "malattie" come il risultato di un avvelenamento organico dovuto sia a causa dell'alimentazione che dello stress.

Secondo il Dr. Tilden, non esiste all'origine che una sola tossiemia che ingloba tutto ed è l'avvelenamento del sangue causato dall'incapacità organica di eliminare tutte le cellule morte che la linfa vi ha riversato.

Dopo questi accenni apparirà assai chiara l'importanza che deve essere attribuita alle condizione della linfa, del sangue (plasma vitale che porta il nutrimento alle cellule e le libera dai rifiuti accumulati con il loro lavoro) e del sistema nervoso che permette agli stimoli sensoriali di raggiungere il cervello ed agli stimoli nervosi di propagarsi nel corpo.

Ecco perché diventa necessario comprendere se e di quanto si è intossicati!

Scopri il tuo gradiente di tossiemia (tendenza all'accumulo di tossine) con il "Detox Test", una semplice indagine gratuita che grazie a un veloce questionario ti permette di valutare il potere depurativo del tuo organismo.

Per accedervi gratuitamente clicca su: https://www.salutesolidale.org/test-online-detox

Antonio Bufalo

Riferimenti Bibliografici

1. Tratto da Tossiemia e disintossicazione, del Dr. John Tilden,Michele Manca Editore.

P.S.

… E non dimenticare ti prendere visione di tutti gli altri contenuti e servizi gratuiti offerti dalla nostra associazione di promozione sociale della salute! Basta cliccare su: https://www.salutesolidale.org/

73 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti